Skip to main content

Topic outline

  • Il corso presenta alcuni concetti indispensabili per pensare al razzismo e praticare l’antirazzismo oggi in Italia. In particolare, intende informare e approfondire un dibattito che rischia di rimanere schiacciato tra le esternazioni esplicitamente razziste del governo delle destre e le pratiche vittimizzanti, e per questo non meno razziste, di un antirazzismo dai buoni sentimenti. Perché razzismo e antirazzismo non sono una faccenda di buoni o cattivi sentimenti, cosa vuol dire concretamente vivere una condizione di razzializzazione e quale spazio politico per il cambiamento può aprire la lotta antirazzista, sono i temi affrontati nel corso. Articolato in cinque lezioni, di studiose e studiosi collocati tra l’accademia, la società e il mondo militante, il corso si rivolge a chi studia il razzismo o agisce per combatterlo e a chi è impegnato in percorsi formativi di ogni ordine e grado e nelle strutture sociali, sportive e culturali del territorio, per iniziare a costruire un lessico antirazzista, all’altezza delle sfide del presente.

  • 1. Miguel Mellino: Capitalismo razziale

    1 dicembre, ore 17.00-19.00

  • 2. Anna Curcio: Razializzazione

    A causa di un imprevisto tecnico la registrazione della lezione è andata persa. La relatrice sta già provvedendo a registrare nuovamente la lezione per poterla rendere fruibile a chi intendeva seguirla in differita. Ci scusiamo per il disagio e vi ringraziamo per la pazienza.

  • 3. Didier Tioule: Profilazione razziale

    20 dicembre, ore 17.00-19.00

  • 4. Iain Chambers: Mediterraneo Nero

    20 dicembre, ore 17.00-19.00

  • 5. Camilla Howthorne: Nerezza

    17 gennaio, ore 18.00-20.00